Nuovo peggioramento: rischio grandinate e trombe d'aria

giovedì 13 dicembre 2018

Nuovo peggioramento in atto, merito di due perturbazioni di origine atlantica che stanno facendo il loro ingresso nel Mediterraneo: la prima è entrata in azione questa notte la seconda raggiungerà il sud tra venerdì e sabato.

Cieli nuvolosi su entrambe le regioni con piogge deboli o al più moderate soprattutto sui settori centro-meridionali ionici e tirrenici e sul Gargano. Fenomeni più scarsi o assenti sul resto del territorio. Neve sull'appennino a partire dai 1200 metri (ma quota in rialzo) mentre le temperature risulteranno in leggero aumento causa richiamo sciroccale. 

Una profonda saccatura in media alta troposfera alla quota isobarica di 500 hpa si approfondisce verso sud est a causa di un graduale cedimento dell’ anticiclone atlantico. Allerta per le zone adriatiche anche esse coivolte, specie nella prima parte della giornata, dalla stazionerietà di correnti relativamente fredde in media alta troposfera (-30 alla quota isobarica di 500hpa) di origine continentale. Ciò implica un conseguente incremento nei valori di gradiente termico verticale e, di conseguenza , possibilità di brevi episodi temporaleschi con annesse anche grandinate e trombe marine per effetto ASE. 

Meteonetwork

 
 
Altri articoli di "Meteo"
Meteo
14/01/2019
Veloce peggioramento con rovesci, forte tramontana e temperature in calo. Pausa ...
Meteo
11/01/2019
La penisola italiana è interessata da una vasta saccatura in quota che è la ...
Meteo
03/01/2019
 Entriamo nella fase clou dell'ondata di maltempo: tempo in ulteriore peggioramento, ...
Meteo
02/01/2019
Inizia oggi l'ondata di gelo che interesserà le nostre regioni soprattutto tra ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...