Teatro e diritti umani: arriva anche a Bari “La scelta”, testimonianze del conflitto bosniaco

venerdì 23 settembre 2016
Spettacolo organizzato dai volontari di Intercultura di Bari Sud in occasione della Giornata mondiale dedicata al Dialogo interculturale

 

Lo spettacolo dei due attori indipendenti Marco Cortesi e Mara Moschini, dopo aver coperto decine di teatri e di scuole italiane, fa tappa anche a Bari in collaborazione con il Centro locale di Intercultura. Come nasce un conflitto? Quali segnali lo precedono e perché popolazioni che fino al giorno prima convivevano fraternamente, diventano acerrimi nemici? E infine, perché alcune persone, noncuranti dei pericoli e delle conseguenze, “scelgono” di rischiare la propria vita per salvare quella di uno sconosciuto che si trova dall’altra parte della barricata?

Questi i temi dello spettacolo teatrale “La Scelta. E tu cosa avresti fatto?” che negli ultimi due anni ha raccolto un enorme successo in tutta Italia. Data unica da non perdere è quella di giovedì 29 settembre, alle 21, al Cinema Esedra, in Largo Mons. A. Curi, 17, organizzata dai volontari di Bari Sud in occasione della IX Giornata Europea del Dialogo Interculturale, proclamata nel 2008 dalla Commissione Europea, da allora Intercultura, Onlus che da sessant'anni opera nel campo della formazione interculturale, promuove questa giornata attraverso eventi in tutta Italia, in tutta Europa assieme all'Efil (European Federation for Intercultural Learning) e nel mondo insieme ad AFS (American Field Service).

 

Lo spettacolo teatrale di e con Marco Cortesi e Mara Moschini, tratto dal celebre libro “I giusti nel tempo del male” di Svetlana Baz, nipote di Tito, racconta 4 storie di coraggio, fratellanza e umanità ambientate durante la guerra civile che ha insanguinato l’ex-Jugoslavia tra il 1991 e il 1995. A portare i saluti delle istituzioni, ci sarà Paola Romano, assessore alle Politiche giovanili del Comune di Bari. Tra il pubblico, ci sarà anche una delegazione di 10 studenti provenienti da Russia, Tailandia, Mongolia, Cina, Messico, Indonesia, USA, Ungheria, Venezuela, e Hong-Kong accolti a Bari da famiglie e scuole locali, nell’ambito del programma di ospitalità di Intercultura. Inoltre un nutrito gruppo di studenti accompagnati dai rispettivi dirigenti e insegnanti degli istituti superiori: Calamandrei, Cartesio, Fermi, G. Cesare, Leonardo Da Vinci (Cassano) Lenoci, I. Alpi (Rutigliano), Panetti, Socrate, dove i 10 ragazzi ospiti da una settimana frequentano quotidianamente.

Lo spettacolo, che sta riscuotendo un grande successo, con oltre 350 repliche tra Italia ed Europa, e che ha ottenuto, tra gli altri, il patrocinio del ministero degli Affari esteri e Amnesty International Italia, è capace di correre sul filo delle emozioni e risvegliare le coscienze. Le storie portate sul palco sono infatti storie di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di rompere la catena dell'odio e della vendetta, persone che hanno avuto la capacità di vedere oltre il loro egoismo e di rischiare la loro vita per gli altri. 


Altri articoli di "Teatro"
Teatro
22/05/2017
Riparte anche quest'anno, per la XXII stagione musicale del ...
Teatro
08/03/2017
In scena al teatro Abeliano sabato 11 e domenica 12 la commedia scritta a quattro mani ...
Teatro
07/03/2017
Appuntamento domenica 12 marzo alle 18.30 con l'Orchestra ...
Teatro
31/01/2017
Lo spettacolo in scena sabato 4 e domenica 5 ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...