Trani, villa comunale aperta ai cani: è pomelica

martedì 6 settembre 2016
E' polemica dopo la decisione dell'amministrazione di aprire la villa comunale anche ai cani accompagnati dai proprietari. A non tutti piace l'idea.

Le regole prevedono che l'accesso sia consentito esclusivamente a chi è munito di guinzaglio, museruola, bottiglia d'acqua e kit per raccogliere le deiezioni. Ma alcuni cittadini si sono ribellati alla novità: "Non ho nulla contro i cani, il problema sono i padroni - tuona un uomo appena uscito dalla villa - non seguono le regole e li lasciano liberi di andare dove vogliono". "Non mi fido dei cani lasciati liberi - dice una mamma - non mi sento più sicura nel portare mio figlio alla villa". E così altre decine di persone. La sollecitazione era arrivata dai Conservatori e Riformisti che, da tempo, avevano chiesto un'area dove far giocare in libertà i cani. Così la giunta guidata da Amedeo Bottaro ha deciso di aprire la villa comunale. Sulla vicenda è intervenuto anche Procacci capogruppo di Trani a Capo per chiedere di "trovare un'area più consona della villa comunale, per permettere agli animali di essere in libertà ed ai loro padroni di rilassarsi. Maggiore rispetto per i nostri luoghi, i cittadini gli animali". Per Luca Volpe, Forza Italia, l'amministrazione "deve avere altre priorità". 
Altri articoli di "Animali"
Animali
10/03/2017
Sequestrato carapace di una tartaruga marina Caretta priva ...
Animali
14/02/2017
 La proposta di Lecce in discussione domani in Regione ...
Animali
20/09/2016
I volontari della guardia federiciana di Andria sono ...
Animali
19/09/2016
 Ha ripreso il mare questa mattina l’esemplare di Caretta caretta, salvata ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...