Il baratto torna di moda: è lo swapping, l'ultima tendenza che sta conquistando Bari

martedì 12 gennaio 2016
È una moda che arriva dagli Stati uniti ed è stata importata dalle fashion victim di Milano. A portarla in Puglia ci ha pensato un’intraprendente 35enne.

«Posso dire che nel fenomeno modaiolo dello swap sono inciampata per caso: non lo conoscevo. E devo dire che mi ha conquistato». Chiara Giacopino, 35enne esperta di comunicazione e marketing, si definisce «baresissima» ma ha un fiuto per le tendenze internazionali. È infatti lei ad aver fatto conoscere a Bari lo swap. Cos’è? «Significa scambio ed è un modo attraverso cui si può fare shopping senza spendere un euro», risponde e spiega: «Si utilizza il baratto».

«Barattare sta diventando di moda anche perché favorisce un riciclo eco-sostenibile dei capi», aggiunge. Chiara ha conosciuto lo swapping grazie a una tirocinante ospitata dalla sua agenzia di comunicazione: «Chiacchieravamo della tesi di laurea che Isabella (così si chiama la tirocinante che ora con lei cura gli swap – event, ndr) stava preparando e quando mi dice che era incentrata sullo swap. Mi ha incuriosito ed eccoci qua». Come funziona?

«Organizziamo degli appuntamenti che possono essere aperitivi o party e si dà il via allo scambio», dice. Come avviene? «Non appena si arriva, ci si registra e si fanno vedere i capi di abbigliamento che si intendono scambiare: maglie, pantaloni, scarpe e cappotti vengono valutati e analizzati da una personal shopper: è lei a dare un punteggio da uno a tre. Il totale viene registrato su una scheda che serve per fare swapping», chiarisce che sfoggia il braccialetto della swapper «donato a chi partecipa», dichiara. Nella scorsa estate uno swap event si è svolto su un bus a due piani «su cui abbiamo percorso il lungomare di Bari – racconta - mentre ci scambiavano vestiti: è stato molto bello».

Non si barattano solo capi di abbigliamento: «Tempo fa avremmo dovuto porre al centro dello swapping libri o vecchi vinili, purtroppo l’appuntamento saltò ma lo riorganizzeremo presto». Chiara è anche mamma per questo ha pensato di inserire lo scambio di capi per bambini nel prossimo swap- event che si terrà a Bari il prossimo 24 gennaio. «Tutto è all’insegna delle tre R: riuso, riciclo e riutilizzo». Bari ha reagito bene alla nuova tendenza? «Insomma: è ancora un po’ restia ma sono convinta che col passare del tempo la farà propria», auspica.

 

TAG: Swap, moda, baratto, Bari
Altri articoli di "Moda e bellezza"
Moda e bellezza
29/03/2017
 Il servizio fotografico tra ricci e orecchiette è stato pubblicato ...
Moda e bellezza
27/03/2017
Un connubio perfetto, sapientemente diviso  tra ...
Moda e bellezza
11/09/2016
La fascia di Miss Italia non torna in Puglia, dopo l'ultima ...
Moda e bellezza
10/09/2016
 La 21enne di origini albanesi è l’unica della Puglia, insieme ad una ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...